manuale sulle fibre tessili - Vendita on-line di biancheria per la casa, lenzuola piumini trapunte tende corredi e complementi d'arredo - chiodibiancocasa.com

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

manuale sulle fibre tessili

Servizi > Curiosità

PICCOLO MANUALE DELLE FIBRE CHIMICHE USATE PER L'ARREDAMENTO.
La versatilità e la capacità di rispondere ad una vasta gamma di esigenze, hanno favorito lo sviluppo delle fibre chimiche in ogni settore dell'abbigliamento. Elegante o casual, per maglieria esterna o intima, per uomo, donna o bambino, le fibre fatte dall'uomo permettono di ottenere capi in grado di soddisfare numerosi requisiti: la leggerezza e la tenuta antipiega dei capi fatti con mischie di poliestere; la praticità e la morbidezza della maglieria in fibra acrilica o di quella intima in polipropilene; la robustezza e la protezione delle giacche a vento o dei giacconi di filo nylon e poliestere; l'elasticità dei costumi da bagno o dei collant che contengono elastina; l'intensità dei colori e l'aspetto serico dei tessuti di acetato, copro e viscosa... L'importanza delle fibre fatte dall'uomo e della loro capacità innovativa è evidente qualora si pensi che l'abbigliamento, loro principale settore di sbocco, rappresenta una delle pi importanti attività manifatturiere nelle economie dei paesi industrializzati e di quelli in via di sviluppo.L'alto grado di qualità e creatività che caratterizza la moda e l'industria tessile italiana, pone il nostro paese, l'italia, in posizione di rilievo sulla scena mondiale, e questo grazie anche alla sinergia con l'industria italiana delle fibre chimiche che ha saputo anticipare le esigenze del mercato realizzando un'offerta ampia e sofisticata.Le fibre fatte dall'uomo vengono ampiamente utilizzate nello sport per le loro caratteristiche tecnologiche: coibenza, permeabilità al sudore sia allo stato di vapore che di liquido, proprietà allo stato di vapore che di liquido, proprietà antifeltranti, facilità di manutenzione, leggerezza, resistenza all'abrasione e al fuoco, elevata solidità dei colori. Queste caratteristiche le rendono particolarmente adatte per capi d'abbigliamento quali tute, pile, felpe e maglie comode e resistenti, ma anche per costumi da bagno e body elastici) per la ginnastica che possono seguire i movimenti del corpo nel modo più armonioso. Vengono inoltre utilizzate per fornire calde imbottiture a sacchi a pelo, giubbotti e giacche a vento i cui tessuti, grazie alle microfibre, sono contemporaneamente impermeabili e traspiranti. Non va infine dimenticato che le fibre fatte dall'uomo, abbinate a resine o ad altri materiali, sono largamente impiegate anche nella produzione di attrezzature sportive, come sci, racchette da tennis, canne da pesca, mazze da golf, wild surf e calzature tecniche.Le fibre chimiche ci circondano anche in casa, dove la loro presenza è ampia e diversificata grazie alla loro capacità di assecondare i bisogni estetici oltre a quelli di comodità, durata e resistenza. Nel campo dell' arredamento ritroviamo coperte di fibra acrilica, piumoni e imbottiture in poliestere che ci assicurano calore e morbidezza; tappeti, moquette e rivestimenti di mobili in fibre sintetiche che garantiscono ottima resistenza e facilità di manutenzione. Oggi la quasi totalità dei tendaggi è in fibra poliestere o acrilica: la loro facilità di lavaggio, il rapido asciugamento e la possibilità di non-stiro ne hanno determinato il loro sviluppo in tutto il mondo.
FIBRE CHIMICHE: Sono le fibre tessili create dall'uomo mediante processi industriali fisico-chimici, partendo da materie prime esistenti in natura. Si distinguono in fibre artificiali (dette anche cellulosiche) e sintetiche. Le fibre fatte dall'uomo sono progettabili in funzione delle esigenze del consumatore e sono in costante evoluzione per offrire sempre nuove prestazioni in termini di confort, estetica, sicurezza e rispetto ambientale.
ALCANTARA: fmarchi che definisce una serie di tessuti realizzati con mischie a base di ultra-microfibre di poliestere/poliuretano.
ARTIFICIALI:Si ottengono trattando la cellulosa naturale di piante diverse (la stessa che costituisce le fibre vegetali), opportunamente trasformata e sciolta con solventi, e successivamente filata sotto forma di fibra tessile in filo continuo oppure in fiocco (fibra discontinua).
ACETATO (ABBREVIATO = AC):Filo continuo derivato dalla cellulosa. CARATTERISTICHE: mano morbida e delicata, aspetto serico, colori vivi e brillanti, buone doti di traspirabilità, igroscopicità, antistaticità e comfort. IMPIEGHI: nell'abbigliamento femminile (abiti, camiciette, velluti) anche in mischia con altre fibre, nelle fodere, nella maglieria esterna estiva, cravatte, nastri, rasi, passamanerie e broccati per l'arredamento.
CUPRO (ABBREVIATO = CU):Fibra ottenuta dai linters di cotone trattati secondo il processo cuprammonio, prodotta come filo continuo. CARATTERISTICHE: mano morbida e particolarmente serica, brillantezza dei colori, buona resistenza all'usura, ottima traspirabilità e igroscopicità. Antistatica e di grande comfort. IMPIEGHI: foderami, abbigliamento serico, arredamento, biancheria intima e maglieria, etichette e nastri.
LYOCELL (ABBREVIATO = CLY):Fibra cellulosica ottenuta mediante processo di filatura in solvente organico nel pieno rispetto dell'ambiente. CARATTERISTICHE: morbida e luminosa è vicina per aspetto e mano alle fibre naturali come la seta, è traspirante e resistente. IMPIEGHI: pura o in mischia con altre fibre per abbigliamento maschile/femminile, formale e casual, maglieria esterna e intima.
VISCOSA (ABBREVIATO = VI):Fibra cellulosica filata come filo continuo o fiocco (denominata anche Rayon). CARATTERISTICHE: mano dolce e aspetto serico, comfort tipico delle fibre vegetali, buona resistenza all'usura (allo stato asciutto), elevata capacità igroscopica.IMPIEGHI: diffusa in numerosissimi impieghi anche in mischia con altre fibre naturali o sintetiche, nei campi dell'abbigliamento e dell'arredamento.
MODAL (ABBREVIATO = MD):Fiocco viscosa modificato, con migliori caratteristiche di impiego (per esempio: tenacità, modulo ad umido, stabilità dimensionale, resistenza agli alcali) ottenibili anche con la microfibra Modal 1,0 dtex. CARATTERISTICHE: mano morbida, ottica brillante, eleganza dei tessuti. Ottimo partenr di mischia per cotone, lana e sintetici. IMPIEGHI: camicie, camiciette, abiti, denim, abbigliamento sportivo e per il tempo libero, lingerie, tovaglie, asciugamani.
SINTETICHE:Fibre derivate da sostanze organiche di sintesi che vengono polimerizzate, ottenendo lunghe catene molecolari (macromolecole) filabili sotto forma di filo continuo o di fiocco (fibra discontinua).
ACRILICA (ABBREVIATO = PC):Fibra costituita da macromolecole, prevalentemente di acrilonitrile, in genere usata sotto forma di fiocco, in puro o mista con lana o cotone; disponibile anche come microfibra. CARATTERISTICHE: leggerezza, morbidezza, voluminosità, mano lanosa e calda, elevata coibenza termica, facile manutenzione, irrestringibilità. Ottima resistenza alla luce solare e agli agenti atmosferici. Inattaccabile da muffe, microrganismi, tarme. Ottima tingibilità nei colori più brillanti e nelle sfumature più delicate. Buona resistenza allo stropicciamento. IMPIEGHI: maglieria esterna, intima, calzetteria. Facilità di lavaggio e di asciugatura senza infeltrire. Tappeti, tessuti e velluti per arredamento: lunga durata, resistenza allo sporco, facile pulitura. Tende per esterno: ottima resistenza alla luce solare, alle muffe e agli agenti atmosferici. Tessuti a pelo per interni e pellicce: leggerezza, morbidezza e praticità.
MODACRILICA (ABBREVIATO = MA):Fibra ottenuta da macromolecole contenenti il gruppo ammidico; la prima fibra sintetica, nota anche come nailon. Usata in filo continuo e fiocco. CARATTERISTICHE: elevata resistenza alla rottura, alla deformazione (ottimo recupero elastico), all'abrasione. Facile manutenzione (lavaggio, asciugatura, non stiro), ottima tingibilità. IMPIEGHI: collants e calzetteria: capi leggerissimi, elastici, di buona durata, che fasciano senza stringere, di facilissima manutenzione. Intimo bagno: capi molto leggeri, di grande comfort (asciugano subito) di facile manutenzione. Abbigliamento sportivo e casual, impermeabili, ombrelli, foderami, rivestimento mobili, interni auto, moquettes, borse e valigeria, feltri: resistenza anche alle muffe.POLIESTERE (ABBREVIATO = PL):Fibra ottenuta da macromolecole costituite da pietilentereftalato, disponibile sia come fiocco sia come filo liscio o voluminizzato; prodotto anche in versione flame retardant. Disponibile anche come microfibra. CARATTERISTICHE: elevata resistenza alla rottura, elasticità, ripresa. Buona resistenza all'abrasione. Adatta ad impieghi in puro oppure in mischia con cotone, lino, lana, seta, viscosa ecc. Resistente alla luce. IMPIEGHI: abbigliamento in genere, abbigliamento sportivo e casual, impermeabili, abiti da lavoro, abbigliamento serico femminile, lingeria e intimo. Inalterabilità dello spessore della falda, non degrada nel tempo,termocoibenza costante, indifferenza ai microrganismi.
POLIPROPILENICA (ABBREVIATO = PP):Fibra ottenuta da macromolecole di polipropilene isotattico, disponibile come fiocco e come filo continuo liscio e voluminizzato. CARATTERISTICHE: tinta con ottima solidità dei colori, elevata resistenza meccanica, buona resistenza all'abrasione e all'usura, ottima resistenza agli agenti chimici, non assorbe liquidi e quindi ha proprietà antimacchia. IMPIEGHI: maglieria intima, sportiva e calzetteria: irrestringibile, indeformabile, mantiene la pelle asciutta trasferendo all'esterno l'umidità corporea. Termoisolante, leggera, infeltrabile. Coperte e copriletti: leggerezza, facilità di manutenzione, elevata coibenza termica, stabilità dimensionale.
POLIURETANICA (ABBREVIATO = PU):Fibra elastomerica costituita per almeno l'85% della massa da poliuretano segmentato, prodotta come filo continuo. CARATTERISTICHE: elasticità elevata, allungamento fino a 6 volte la lunghezza iniziale. Mantiene inalterata nel tempo la sua forza di rientro. E' resistente agli agenti ossidanti e inquinanti (fiumi, lavaggi a secco, ecc.) e all'acqua clorata. Può essere usata in puro o in mischia con altre fibre inestendibili, sia sintetiche che naturali, conferendo loro elasticità. Ne risultano fili differenziati a seconda delle industrie produttrici. IMPIEGHI: tessuti elastici per costumi da bagno, abbigliamento esterno, abbigliamento sportivo, corsetteria, calzetteria, pizzi e nastri elastici.



 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu